Benvenuto, visitatore! [ Registrati | Loginrss  | tw

starsat.it

Circa fabiosat

fabiosat

Descrizione

Nel mondo del SAT da 20 anni ..... che passione!

Annunci / Ultimo oggetto listato:
gigablue_hd800ueplus
 

€110,00

Gigablue HD 800 UE Plus COMBO – SAT + DTT

Ricevitore satellitare Gigablue HD 800 UE Plus in perfette condizioni estetiche e di funzionamneto con il suo imballo originale Punti di forza e dettagli ...

218 Visite totali, 1 Oggi

1455402
 

€150,00

Smartphone ThL T1 DualSIM 1.7Ghz Octacore 16GB Rom 2GB Ram Schemo 5” Full...

THL T11 Smartphone 5 Pollici 1280x720 HD - Processore MTK6592 1.7GHz Octacore 2GB Ram 16GB Rom NFC OTG - DUAL SIM Colore: NERO Perfetto esteticamente ...

1059 Visite totali, 1 Oggi

HuaweiAscend-G510
 

€79,00

Huawei ascend g510 nero garanzia italia 17 mesi

PERFETTO PARI AL NUOVO. UTILIZZATO POCHISSIMO COME MULETTO CON ANCORA LA PELLICOLA DI PROTEZIONE SULLO SCHERMO. CON SCONTRINO DEL 13/02/2014 QUINDI CON ANCOR...

1026 Visite totali, 1 Oggi

 

€55,00

Xtreamer -Sidewinder- Mediaplayer & Streamer Hdmi

Pari al nuovo, ha ancora le pellicole di protezione nelle plastiche nella sua confezione originale (guarda la foto) con telecomando, cavi, piedistallo e qui...

1002 Visite totali, 1 Oggi

 

€200,00

Sintoamplificatore “Yamaha” modello RX-V557 in perfette condizi...

Sintoamplificatore "Yamaha" modello RX-V557 in perfette condizioni estetiche e di funzionamento con Telecomando Sistema audio: Decoder incorporato: Dolby ...

1234 Visite totali, 1 Oggi

chiavetta internet momo
 

€20,00

Chiavetta internet Fast Momo MD Mini

Chiavetta internet pari al nuovo nella sua scatola. - HSDPA/UMTS (2100 MHz)EDGE/GPRS/GSM(850/900/1800/1900 MHz) - HSDPA 3.6 Mbps1 - Dimensioni: 66x26.5x12 ...

1015 Visite totali, 0 Oggi

xtreamer
 

€70,00

Xtreamer Sidewinder – Mediaplayer & Hdmi LAN HD

Unita' media player & streamer xtreamer sidewinder * pari al nuovo, ha ancora le pellicole di protezione nelle plastiche nella sua confezione originale (g...

987 Visite totali, 0 Oggi

Samsung_Galaxy_S
 

€120,00

Samsung Galaxy s – GT-I9000 in ottime condizioni

Vendo Samsung Galaxy s - GT-I9000 in ottime condizioni usato poco sempre con pellicole proteggi schermo e guscio. Si presenta molto bene, aggiornato con l'utima...

1486 Visite totali, 1 Oggi

Post / Recenti articoli postati sul blog

Ti è stato attivato un servizio a sovrapprezzo senza il tuo esplicito consenso? Chiedi il rimborso. Ecco come fare

| News info-sat, News raccolte sul WEB | 2 gennaio 2015

Ormai è sistematico ….. prima o poi ci si ritrova in questo problema ed io ho adottato questa soluzione che per 2 abbonamenti sottoscritti dai miei familiari senza esplicito consenso, sono riuscito a bloccarli immediatamente e ottenere il rimborso.

Innanzi tutto occorre precisare che bisogna essere tempestivi a disattivare immediatamente il servizio a sovraprezzo non appena ricevete il messaggio, attraverso il proprio Gestore Telefonico e nel contempo all’operatore chiedete anche il Barring SMS come spiegato nel precedente Articolo.

Conservate il messaggio di Attivazione del Servizio e il messaggio di disattivazione del Servizio che possono essere utili per eventuali ulteriori segnalazioni all’AGCOM e/o all’Antitrust.

Inviate immediatamente al Gestore del Servizio a Sovrapprezzo una mail di richiesta per ottenere il rimborso.

Per conoscere chi è il Gestore e il suo indirizzo mail, occorre visitare attraverso un dispositivo mobile (con il PC non funziona il link e il browser restituisce errore) l’indirizzo contenuto nel messaggio di attivazione che normalmente inizia con m e termina con mobi (m.xxxxxxxxxx.mobi) e precisamente una volta aperta la Home cliccate sulla voce in basso ASSISTENZA.

Un esempio di SMS ricevuto per l’attivazione e disattivazione

 

sms attivazioen servizio

 

Questo il fac-simile del testo da inviare al Gestore del servizio a sovrapprezzo:

***********************

 

Oggetto: Richiesta rimborso – Servizio XXXXXXX

 

Con la presente, con riserva di denuncia all’AGCOM e all’Antitrust, Vi  intimo di procedere al rimborso immediato di totali Euro x,xx (xxxxxxxxxxxxxx/xx) addebitati al mio credito telefonico in data odierna (N.Tel: xxxxxxxxxx) con comunicazione tramite SMS di attivazione ricevuto alle ore xx:xx per il servizio XXXXXX  che non ho mai esplicitamente richiesto, per il quale non ho mai prestato il consenso e neppure autorizzato il trattamento dei miei dati personali e dal quale non ho mai scaricato alcun contenuto.

Ho immediatamente chiamato il mio Gestore XXX (SMS di disattivazione ricevuto alle ore xx:xx) provvedendo alla disattivazione del Servizio nonchè l’inserimento del mio numero telefonico nella Black List.

Si ribadisce che non ho effettuato la user experience e sono a conoscenza, a titolo di caring, che potete aprire una contestazione in mio favore, procedendo a richiedere le dovute verifiche in merito e successivamente inoltrare una richiesta di rimborso a mio favore per le somme addebitate sulla numerazione sottoindicata; rimborso che potrà avvenire tramite bonifico bancario.

Ho conservato gli SMS che saranno oggetto, in caso di diniego alla mia richiesta, a specifica segnalazione all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che con provvedimento nr. 24445 del 10/07/2013 ha già sanzionato in passato la Società Neomobile S.p.A e dettato precise istruzioni per il rimborso delle somme non dovute per vicende analoghe.

Di seguito i miei dati:

N.Tel: xxxxxxxxxx
Operatore: XXX
Servizio da rimborsare: XXXXXXXX
Importo: Euro x,xx (xxxxxxxxx/xx)

Dati bancari per il rimborso:

IBAN: ITxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Nominativo dell’intestatario del conto: Pinco e Pallino

SWIFT: XXXXXXXX

Nome della banca: XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX

Nome dell’agenzia: Agenzia di XXXXXXXXX – Via XXXXXXXXXXX – CAP/CITTA’

Numero dell’agenzia: X

Si resta in attesa di riscontro.

Share

160 Visite totali, 0 Oggi

Barring Sms: guida al blocco dei servizi a sovrapprezzo

| News raccolte sul WEB | 2 gennaio 2015

Tutti i gestori di telefonia mobile (reali o virtuali) stipulano accordi con dei provider di servizi esterni che forniscono servizi a sovrapprezzo cosiddetti SMS/MMS a valore aggiunto, detti anche a sovrapprezzo, noti pure come servizi VAS, o SMS Premium. Si tratta dei cosiddetti “SMS/MMS a pagamento in decade 4x” (nello specifico le decadi interessate sono: 43, 44, 46, 47, 48 e 49).
Da anni sul Web unitamente alle varie associazioni di consumatori vengono raccolte e denunciate numerosissime lamentele di svariati utenti a cui questi servizi sono stati attivati indebitamente, cioè senza il loro esplicito consenso.
Questi abbonamenti prosciugano inesorabilmente il credito delle utenze su cui sono attivi (la frequenza di ricezione è settimanale e la quantità e i costi possono variare da 50 cent. a sms 2-3 volte a settimana, fino a 5 euro a sms, sempre con cadenza settimanale) fino a che non vengono disattivati dagli ignari utenti che li hanno sulla propria linea senza averli mai richiesti.
Esiste una sintassi universale per disattivare questi servizi che è “STOP”, da inviare al mittente da cui si ricevono questi sms. E in genere questa sintassi funziona, ma non sempre purtroppo, e allora ecco che ai malcapitati utenti non resta che rivolgersi ai propri operatori per farsi disattivare il servizio, e a volte, anche così, la disattivazione può essere difficoltosa e non immediata. E in tutto questo il credito che fine fa? Viene inesorabilmente prosciugato da questi abbonamenti fino a che non vengono disattivati, con tutti i disagi e i danni che ne conseguono per i clienti fruitori dell’utenza.Ecco cosa fare per cercare di tutelarsi, prevenire o arginare il problema:1) Non fornire mai il consenso al trattamento dei propri dati personali da parte di società terze al proprio operatore mobile.

2) Non rispondere mai ad sms ricevuti da numeri brevi con testo dubbio o ambiguo che invitano a rispondere per scaricare loghi, suonerie o quantaltro.

3) Non cliccare su banner pubblicitari poco chiari durante la navigazione internet con la propria sim.

4) Se vi accorgete di aver attivo uno di questi servizi, rispondete al mittente dell’sms a pagamento scrivendo STOP, che è la sintassi universale di disattivazione.

5) Se non siete riusciti a disattivare da soli il servizio, oppure volete tutelarvi a scopo preventivo, chiamate il servizio clienti del vostro operatore e chiedete l’attivazione (completamente gratuita) del “Barring Sms”, cioè del blocco degli sms a pagamento in decade 4.

Come richiedere il Barring Sms:

TIM: chiamate il 119 e chiedete all’operatore di mettere il vostro numero in “Black List”.

Vodafone: chiamate il 190 e chiedete all’operatore il “Barring Sms”.

Wind: chiamate il 155 e richiedete il “Blocco dei servizi a sovrapprezzo” (può essere totale, cioè chiamate 899, 166 + sms in decade 4, oppure parziale: solo chiamate vs 899-166 ecc o solo sms in decade 4).

H3g: chiamate il 133 e fatevi attivare il “Barring sms”.

Postemobile: Potete richiedere il “Blocco dei servizi a sovrapprezzo” inviando il modulo che trovate sul sito, via fax o posta tradizionale:

http://www.postemobile.it/Assistenza/Moduli/Richiesta_di_Blocco_Sblocco_Servizi_a_sovrapprezzo2011.pdf

ATTENZIONE: Il Barring Sms ha solo un inconveniente: blocca anche gli sms della carta di credito e della banca, perchè anche questi sms solitamente sono a pagamento.Si può ovviare al problema ricevendo questi sms su un altro numero telefonico, magari uno secondario, in cui non c’è il barring attivo.

 

Articolo pubblicato su Telefonino.net molto utile. Rivisto e corretto in data odierna

Share

168 Visite totali, 0 Oggi

Galaxy S4 vs iPhone 5: test di resistenza estrema

| News raccolte sul WEB | 14 giugno 2013

Samsung S4 Vs. iPhone5

 

All’incontro di questa sera si presentano due sfidanti: uno è fra i massimi esponenti del mondo Android, l’altro il top di gamma di quello Apple. Abbiamo visto oggi le somiglianze fra i sistemi operativi Android ed iOS, ma adesso parliamo di come Samsung Galaxy S4 ed Apple iPhone 5 possano essere torturati a dovere.

Per quanto è umanamente concepibile, questi test sono realizzati da menti sadiche e che non si curano affatto della sensibilità dei nostri cuori tecnologici. Vediamo insieme il video e successivamente lo commenteremo.

La prima fase del test vede l’immersione dei due terminali in acqua fino a che non si spengono: iPhone è il primo, distaccato da Galaxy S4 di quasi 2 minuti. Successivamente gli smarpthone vengono immersi nel riso dentro due contenitori e lasciati ad asciugare per quattro giorni. Forse non tutti lo sanno, ma il riso ha una grandissima capacità di assorbire l’umidità e, con questo tentativo molto rudimentale, tutti e due tornano incredibilmente a funzionare ma, purtroppo, iPhone 5 presenta ancora tracce ben visibili di acqua fra il display ed il touch screen.

La seconda prova è di resistenza ai graffi, in questo caso i terminali verranno quindi coccolati con un bel pezzetto di carta vetrata. Prova abbastanza banale, tutti e due i dispositivi risultano praticamente molto graffiati. Eppure Samsung Galaxy S4, a dire dell’autore del video, è ancora abbastanza ben leggibile.

La terza prova invece è contro la gravità: iPhone 5 crolla al primo colpo, mentre per Galaxy S4 sono state “ncecessarie” altre cadute dopo la prima.

Infine la prova più crudele ovvero lo schiacciamento da copertone. Nessuno dei due sopravvive e, se le prime prove non dovessero bastare, ecco quindi il colpo di grazia. Con questa prova Galaxy S4 vince per 3 punti di vantaggio, avendo superato le tre prove precedenti e pareggiato (ovviamente!) in quest’ultima.

Fonte:  Tuttoandroid.net

Share

191 Visite totali, 0 Oggi

Dream Elite DE4.0 R004 in arrivo ….. Video anteprima.

| News immagini E2 | 3 giugno 2013

Ecco l’anteprima pubblicata su Youtube con le novità della Dream Elite DE4.0 R004

 

  seo link . Totanbackvicda .

Share

216 Visite totali, 0 Oggi

Samsung regala un Galaxy S4 a chiunque lo fissi per 60 minuti consecutivi!

| News raccolte sul WEB | 31 maggio 2013

Samsung ha ormai abituato tutti noi a pubblicità molto particolari e curiose, ma quella messa in atto di recente è senza dubbio la più particolare. L’azienda coreana sta organizzato dei piccoli eventi nelle città di Zurigo, Lucerna, Berna e Losanna, dove è possibile vincere un Galaxy S4. Come? Superando una piccola sfida. Chiunque, infatti, riesca a fissare lo smartphone per 60 minuti consecutivi vince la sfida ed ha diritto al premio, un bel Galaxy S4.

La sfida è basata su una delle ultime funzioni introdotte da Samsung: Smart Pause. Si tratta di una funzione che mette in pausa un video che stiamo guardando non appena distogliamo lo sguardo dal display. Samsung ha scelto di utilizzare questa funzione non solo per farsi pubblicità, ma anche per assicurarsi che il concorrente abbia effettivamente fissato lo smartphone per 60 minuti consecutivi.

In caso si esca perdenti dalla sfida si ha comunque diritto ad uno sconto sull’acquisto dello smartphone, proporzionato al tempo che si è riusciti a fissarlo. Impresa non facile viste tutte le distrazioni messe in atto da Samsung; ciò nonostante un partecipante è riuscito a vincere un esemplare di Galaxy S4 nella prima tappa dell’evento a Zurigo. Vi lasciamo al video del curioso evento. domain name data . buy a domain name Per maggiori informazioni, invece, potete seguire questo link.

Fonte:  Tuttoandroid.net

 

Share

246 Visite totali, 0 Oggi

Dizionario Sat

| Biblioteca SAT | 19 maggio 2013

Dizionario Sat

Accesso condizionato
Sistema per limitare l’accesso ai servizi di un fornitore di programmi televisivi a coloro che ne hanno diritto, cioè agli abbonati. Normalmente avviene con la codifica del segnale.
ADC
Analog to Digital Conversion. E’ la conversione di un segnale analogico al digitale. Il processo inverso si chiama DAC (Digital to Analog Conversion).
AFC
Automatic Frequency Control. Circuito montato su tutti i ricevitori che permette di agganciare la frequenza e di mantenerla al massimo livello.
AGC
Automatic Gain Control. Circuito per mantenere costante il livello del segnale d’uscita anche quando varia il segnale d’ingresso.
Algoritmo
Processo matematico utilizzato per la codifica e la decodifica di un flusso di dati. Praticamente la base di tutti i sistemi utilizzati dai Provider.
Alta definizione
L’immagine televisiva tradizionale PAL è formata da 625 linee di definizione mentre nell’Alta Definizione il numero delle linee viene raddoppiato per ottenere una qualità d’immagine e un livello di dettaglio decisamente migliore.
Ampiezza (larghezza) di banda
Intervallo di frequenze entro il quale viene trasmesso il segnale.
Analogico
Sistema di trasmissione del segnale, ad esempio TV, modulato in frequenza.
Antenna
Dispositivo per la trasmissione e la ricezione delle onde radio. Assume forme diverse a seconda delle funzioni, per esempio: semplice filo elettrico, asta, circolare, radiale, parabola (vedi sotto), ecc.
Antenna parabolica
Dispositivo utilizzato per la ricezione e/o trasmissione di segnali da e per satellite, costituito da una superficie riflettente parabolica e un elemento trasmittente o ricevente posto in un punto detto fuoco. Il guadagno dell’antenna varia in funzione del diametro: maggiori le dimensioni, migliore è il guadagno e quindi la quantità del segnale ricevuto. Può essere di tre tipi: prime focus, offset e Cassegrain (quest’ultima utilizzata principalmente nelle stazioni mobili di uplink)
Apertura
In gergo per descrivere il diametro utile della parabola.
Attenuazione
La perdita di potenza di un segnale elettromagnetico che si verifica durante la sua trasmissione.
Attenuazione di riflessione
Rapporto tra la quantità di segnale che colpisce la parabola e quella riflessa sul fuoco.
Attuatore
Congegno meccanico motorizzato che aziona e dirige il puntamento della parabola. Per esempio nei sistemi Horizon to Horizon e Polar Mount.
Auto tracking
Circuito montato all’interno del ricevitore che dispone e memorizza automaticamente i canali per una ricerca più comoda.
Auto tuning
In alcuni ricevitori, controlla automaticamente la posizione della parabola e la polarizzazione del segnale al fine di ottenere un’immagine di migliore qualità.
Az/El
Az (Azimut) e El (Elevazione). Sono i riferimenti essenziali per il puntamento fisso della parabola.
Azimut
Rilevamento della bussola, espresso in gradi di rotazione oraria dal nord geografico, che individua la posizione di un satellite sul piano orizzontale. E’ una delle due coordinate, insieme all’elevazione, necessarie per centrare l’antenna parabolica sul satellite desiderato.
Banda
Gamma di frequenze comprese all’interno di un dato intervallo di valori espresso in Hz.
Banda base
Il segnale di base in uscita prodotto direttamente da una telecamera, da un ricevitore di TV satellitare o da un videoregistratore, necessario per il corretto funzionamento di un decodificatore. Un segnale in banda base è infatti visibile così come si presenta solo su monitor di studio, mentre per vederlo “a casa”, bisogna convertirlo con un modulatore in uno dei dei due canali VHF o UHF sintonizzabili dal televisore domestico.
Banda C
Gamma delle frequenze di trasmissione (downlink) impiegata dai satelliti di TLC. Necessita, per essere ricevuta, di antenne paraboliche di grande diametro (oltre 3 m.). In particolare, la gamma compresa tra 3,7 e 4,2 GHz è utilizzata per le ritrasmissioni a terra dei segnali (downlink), mentre quella compresa tra 5,9 e 6,4 Ghz è utilizzata per il processo inverso (uplink).
Banda HF
Gamma di frequenze comprese tra 1,8 e 30 MHz.
Banda Ka
Gamma di frequenze comprese tra 18 e 31 GHz.
Banda Ku
Gamma delle frequenze di trasmissione (downlink) comprese tra 11 e 13 GHz, utilizzata dalla maggior parte dei satelliti di TLC. E’ ricevibile direttamente a casa, tramite antenne paraboliche di piccolo diametro (da 45 a 90 cm. circa).
Banda L
Gamma di frequenze comprese tra 1,5 e 2,7 GHz.
Banda P
Gamma di frequenze comprese tra 0,2 e 1 GHz.
Banda S
Gamma di frequenze comprese tra 2,7 e 3,5 GHz.
Banda V
Gamma di frequenze comprese tra 36 e 51 GHz.
Banda VHF
Gamma di frequenze comprese tra 50 e 146 MHz.
Banda X
Gamma delle frequenze di trasmissione (downlink) comprese tra 7,2 e 7,7 Ghz, impiegata da alcuni satelliti.
Basic
Abbonamento ad un pacchetto di canali TV.
Baud
È l’unità di misura della velocità alla quale i computer si scambiano le informazioni. Può essere equiparata per comodità di calcolo al numero di bit trasmessi in un secondo.
Beam
Il raggio emesso da un satellite che copre una determinata superficie della terra detta area di copertura o footprint.Il raggio emesso da un satellite che copre una determinata superficie della terra detta area di copertura o footprint.
Bird
In inglese: uccello. Termine gergale per indicare un satellite in orbita geostazionaria.In inglese: uccello. Termine gergale per indicare un satellite in orbita geostazionaria.
Bit
Binary digit. Unità di misura dell’informazione digitalizzata. I numeri, le lettere dell’alfabeto, i segni logico-matematici, i simboli grafici, i segnali elettrici, audio/video ecc. sono rappresentati come una successione di bit. In particolare si usano successioni di 8 bit, corrispondenti a un byte, per rappresentare qualsiasi carattere (le combinazioni sono 2 alla 8 = 256).
Bit Error Rate
Parte di una sequenza di bit che risulta errata. Per esempio: un BER di 10-6 corrisponde ad una media di un errore per milione di bit.
Bit rate
Letteralmente: velocità di bit. Misura, in bit o bytes al secondo, della qualità (cioé della velocità) del segnale.
Blanking
Un segnale televisivo ordinario è formato da 30 immagini o frames trasmesse ogni secondo con una velocità tale che l’occhio umano le confonde tra loro creando l’illusione dell’immagine in movimento. L’intervallo di blanking è la porzione del segnale TV compresa tra due frames in successione tra loro.
B-MAC
Metodo di trasmissione e di codifica dei segnali televisivi.
Bouquet
Pacchetto di canali televisivi commercializzato come singola entità.
Business Television
La TV via satellite utilizzata come strumento per la comunicazione aziendale: videoconferenze, meeting, promozione dei prodotti, formazione del personale ecc.
BPS
Baud per secondi: unità di misura della velocità di trasmissione dei dati.
Business Television
La TV via satellite utilizzata come strumento per la comunicazione aziendale: videoconferenze, meeting, promozione dei prodotti, formazione del personale ecc.
Byte
Successione di 8 bit.
Cablemodem
Modem per la TV via cavo: i dati arrivano attraverso una rete a banda larga con un’elevata capacità di trasporto.
Cable operator
Operatore via cavo. Impresa che gestisce, su un dato territorio, la distribuzione via cavo di un segnale televisivo.
CAM
Conditional Access Module. Detto anche “biscotto”, è il dipositivo che regola l’accesso condizionato. Può essere un modulo estraibile da uno slot, come nel caso del sistema di accesso condizionato Irdeto o di quelli conformi allo standard Common Interface, oppure un chipset integrato direttamente sulla piastra madre del ricevitore.
Canale
a) Banda di frequenza all’interno della quale viene trasmesso un collegamento di trasmissione completo. In pratica, è il mezzo ove transita l’informazione. I segnali TV richiedono canali da 6 Mhz. In tutti i paesi del mondo le frequenze di trasmissione radiotelevisive sono specificate e assegnate alle diverse emittenti dai Ministeri delle PTT o da speciali commissioni governative. Negli USA, per esempio, tale compito è svolto dalla Federal Communications Commission (FCC).
b) Per estensione, il termine canale si riferisce alla programmazione trasmessa da un network televisivo o radiofonico.
Canali generalisti
Canali, TV o radiofonici, con un palinsesto che comprende vari tipi di programmazione: dal varietà alle news, dallo sport ai talk show. Sono ancora molto diffusi nel mondo e costituiscono il modello tradizionale di offerta televisiva.
Canali tematici
Canali, TV o radiofonici, non generalisti e perciò dedicati ad un tema specifico: per es. sport, cinema, caccia & pesca, news ecc.
Carrier

In inglese, indica il segnale o l’onda portante.
Cassegrain
L’inventore delle omonime antenne paraboliche a doppio riflettore. Sono di grandi dimensioni e vengono generalmente impiegate negli impianti trasmettitori delle stazioni terrestri di uplink.
Cavo coassiale
a) Il cavo di vecchia generazione che consente di portare in casa solo un certo numero di canali TV analogici senza servizi aggiuntivi, nè interattività.
b) Cavetto impiegato per trasferire segnali elettrici ad alta frequenza con basse perdite. Collega, per esempio l’LNB e il ricevitore.
CDMA
Code Division Multiple Access. Schema di accesso multiplo al medesimo transponder da parte di emittenti televisive diverse. E’ basato sulla modulazione dello spettro elettromagnetico e dei codici ortogonali ed evita le interferenze tra gli utilizzatori.
Cellular TV
Televisione cellulare. La possibilità di utilizzare la rete di telefonia cellulare per vedere la Tv via satellite. In pratica, significa poter impiegare il proprio telefono portatile come antenna di ricezione dei segnali satellitari destinati al televisore domestico.
Centralizzato

vedi SMATV
Chiave elettronica
Possibilità di impedire la visione di canali particolari se non si fornisce al ricevitore un numero di codice.
Codifica (criptaggio)

Sistema impiegato per oscurare (criptare) le trasmissioni di canali televisivi a pagamento. Si ottiene modificando continuamente la forma del segnale. Al contrario, il segnale TV non codificato si dice “in chiaro”.
Common Interface
Interfaccia comune. Consente l’uso di accessi condizionati diversi in un stesso set top box. E’ anche il nome dello standard sviluppato nell’ambito del sistema DBV. In pratica si tratta di un decoder fornito di uno o più slot nel quale é possibile inserire il modulo di accesso condizionato (Cam) e la smart card forniti dalla pay TV digitale alla quale ci si vuole abbonare. Volendo sottoscrivere un abbonamento ad un altro operatore, che utilizza un sistema di accesso condizionato differente, basta sostituire il modulo Cam e la smart card senza dover cambiare il proprio set top box.
Commutazione 22 kHz
Segnale inviato dal ricevitore che permette di commutare (cambiare il verso della corrente elettrica) i segnali provenienti da due LNB, oppure di commutare tra due oscillatori locali presenti negli LNB universali.
Compressione
Tecnica che consente di ridurre lo spazio fisicamente occupato da un file oppure il tempo di trasmissione di un file.
Compressione digitale
Tecnologia che consente di comprimere un maggior numero di canali all’interno di un segnale televisivo. Si ottiene per riduzione del numero dei bit necessari a trasmettere in forma numerica (digitale) l’informazione contenuta in un segnale TV. In questo modo è possibile inviare, nello stesso spazio occupato da un canale analogico, da quattro a dieci canali digitali.
Conax

Sistema di accesso condizionato Europeo conforme allo standard Common Interface, oppure un chipset integrato direttamente sulla piastra madre del ricevitore. Questo sistema è utilizzato principalmente nei paesi scandinavi.
Consumer electronic manufacturers
Produttori di elettronica di consumo (parabole, televisori, decoders ecc.)
Content providers
Fornitori di contenuti. Produttori e possessori dei diritti di commercializzazione dei programmi.
Convertitore
Circuito che converte l’energia elettrica in una sua forma diversa: per esempio la corrente alternata in corrente continua. In un sistema di ricezione via satellite è il dispositivo, installato sulla parabola, che amplifica il segnale ricevuto e lo converte ad una frequenza intermedia (dai 900 ai 2.150 Mhz), prima di immetterlo nel cavo che collega l’impianto esterno a quello domestico. Per ricevere i segnali della maggior parte dei satelliti europei, è necessario un convertitore di tipo Universale, compatibile sia con le emissioni analogiche che con quelle digitali.
Cryptoworks
Sistema di accesso condizionato Cryptoworks conforme allo standard Common Interface, oppure un chipset integrato direttamente sulla piastra madre del ricevitore. Questo sistema è utilizzato principalmente in Polonia.
Dati
Lo stesso che informazioni.
DB
Decibel. Unità di misura logaritmica impiegata per indicare il guadagno o l’attenuazione di un segnale.
DBW
Decibel per Watt. Indica la potenza del segnale irradiato dal transponder all’interno dell’area di copertura del satellite. Maggiore è la grandezza, minore sarà il diametro dell’antenna parabolica necessaria per la ricezione.
DBS
Direct Broadcast Satellite. Satellite ricevibile direttamente dall’utente finale tramite antenne paraboliche di piccolo diametro (da 45 a 90 cm.) grazie alle forti potenze di trasmissione dei suoi transponder (da 120 a 200 W).
Declinazione
Angolo di correzione tra il un montaggio polare e il piatto della parabola
Decoder
Apparecchio in grado di decodificare un segnale criptato, cioé di rimettere in “chiaro” le immagini oscurate dalla codifica. Per quanto riguarda la TV analogica il decoder è contenuto in una scatola (box) di cui costituisce l’unica funzione. Per la TV digitale invece, è in genere integrato all’interno del ricevitore insieme ad altre funzioni formando quello che viene comunemente definito un set top box, come nel caso degli apparecchi IRD – Integrated Receiver Decoder.
Decodifica
L’inverso della codifica
Deenfasi Audio
Attenuazione delle frequenze più elevate di un segnale audio, esaltate in fase di preenfasi. Il processo di trasmissione e ricezione migliora notevolmente il rapporto segnale/rumore.
Descrambling
Decodifica, decrittaggio
Depolarizzatore
Circuito che trasforma la polarizzazione circolare in polarizzazione lineare utilizzato principalmente nelle Parabole dedicate alla banda C.
Digitale
Sistema di trasmissione/ricezione numerico dell’informazione attraverso una serie di codici binari, cioè di sequenze di 0 e di 1, corrispondenti allo stato aperto e chiuso di un circuito elettrico. In Europa viene utilizzato lo standard DVB (Digital Video Broadcasting).
DiSEqC
Sistema di collegamento tra ricevitore e periferiche di un impianto di ricezione satellitare che invia tutti i segnali di controllo per questi componenti solo attraverso il cavo coassiale.
Dish
In inglese: piatto. Termine per indicare l’antenna parabolica.
Dolby Surround
Sistema evoluto che separa ulteriormente l’audio stereofonico in quattro canali (sinistro, destro, centrale e posteriore).
DNR
Dinamic Noise Reduction, ovvero riduzione dinamica del rumore, eseguita da un filtro particolare che elimina le spurie a frequenza più alta.
Domestico
Riferito ad un satellite, indica che la sua area di copertura si estende su un solo continente, per es. l’Europa, o una sola nazione, nel caso di territori molto estesi come gli USA o l’Australia.
Doppia banda
In inglese: dual band. Convertitore capace di ricevere contemporaneamente due bande di frequenza diverse.
Doppia polarità
In inglese: dual pole. Convertitore in grado di ricevere sia la polarità verticale che quella orizzontale.
Downlink
Termine utilizzato per indicare la trasmissione dei segnali dal satellite verso la terra.
Dual feed
Sistema in grado di ricevere contemporaneamente i segnali di due satelliti sul fuoco della parabola. E’ formato da due LNB con polarizzatori e illuminatori diversi.
DVB-H
Il DVB-H, acronimo di Digital Video Broadcasting – Handheld, è lo standard del consorzio europeo DVB per una modalità di radiodiffusione terrestre studiata per trasmettere programmi TV, radio e contenuti multimediali ai dispositivi handheld, come i più comuni smartphone, i palmari e i telefoni cellulari evoluti. Questo standard è ufficialmente supportato dall’Unione Europea.
DVB-C
Il DVB-C, acronimo di Digital Video Broadcasting – Cable, è lo standard del consorzio europeo DVB per una modalità di trasmissione televisiva digitale via cavo. Il sistema prevede la trasmissione di un flusso audio/video digitale della famiglia MPEG-2, utilizzando un sistema di modulazione QAM con codifica di canale.
DVB-S
In telecomunicazioni il DVB-S, acronimo di Digital Video Broadcasting – Satellite, è lo standard del consorzio europeo DVB per una modalità di trasmissione televisiva satellitare. Il sistema prevede la trasmissione in modalità broadcast di un flusso audio/video digitale della famiglia MPEG-2, utilizzando un sistema di modulazione QPSK con codifica di canale concatenata. È il sistema di trasmissione tipico di chi riceve programmi televisivi da satellite attraverso la nota antenna parabolica posta all’esterno dell’edificio ed il decoder satellitare all’interno.
DVB-S2
In telecomunicazioni il DVB-S2, acronimo di Digital Video Broadcasting – Satellite second generation, è uno standard del consorzio europeo DVB Project per la televisione digitale satellitare.
DVB-T
Nelle telecomunicazioni il Digital Video Broadcasting – Terrestrial (DVB-T) è lo standard del consorzio europeo DVB per una modalità di trasmissione televisiva digitale terrestre. Il sistema prevede la trasmissione di un flusso audio/video digitale della famiglia MPEG-2, utilizzando un sistema di modulazione OFDM con codifica di canale concatenata.
DVB-T2
Nel marzo 2006 il gruppo DVB decise di migliorare lo standard DVB-T, tanto che nel giugno del 2006 venne creato il gruppo di studio TM-T2 (Technical Module on Next Generation DVB-T, modulo tecnico sul DVB-T di prossima generazione) all’interno del gruppo DVB, al fine di sviluppare uno schema di modulazione avanzato adottabile da uno standard televisivo digitale terrestre di seconda generazione, con il nome di DVB-T2.
DVB
Digital Video Broadcasting. E’ il nome del progetto di TV digitale europeo, nato all’interno dell’EBU (European Broadcasting Union), che ha il compito di definirne e svilupparne gli standard di trasmissione. Attualmente sono state definite tre modalità: DVB-S, per la trasmissione via satellite; DVB-C, per la TV via cavo; DVB-T per la TV digitale terrestre.
EBU
European Broadcasting Union.
ECM
Entitlement Control Message. Si tratta di un messaggio contenente la chiave crittografata utilizzata dal decoder per riportare in chiaro i canali codificati. Termine utilizzato anche per descrivere una contromisura elettronica per mettere fuori uso le smart card contraffatte.
EIRP
Effective Isotropic Radiated Power. E’ il prodotto della potenza RF del transponder per il guadagno della sua antenna. In altre parole, è la potenza effettiva a terra del segnale TV in ricezione, si misura in dBW e decresce spostandosi dal centro del cono di irradiazione del satellite verso la sua periferia.
Elevazione
Angolo verticale compreso tra l’orizzonte e il satellite. E’ una delle due coordinate, insieme all’Azimut, necessarie per centrare l’antenna parabolica sul satellite desiderato.
EMM
L’EMM è un’informazione utilizzata per l’abilitazione alla visione di uno o più servizi.
Encoder
Apparecchio utilizzato per la compressione digitale del segnale TV. Confronta ciascun fotogramma con il successivo trasmettendo, nel passaggio dall’uno all’altro, solo le porzioni d’immagine differenti lasciando “ferme” quelle invariate e consentendo così un grande risparmio di ampiezza di banda.
EOC
Edge Of Coverage. Confine dell’area di copertura di un satellite.
EOL
End Of Life. Sigla, seguita da una data, che indica la fine dell’operatività di un satellite.
Epg
Electronic program guide. La Guida elettronica dei programmi è presente nelle trasmissioni digitali e consente la visualizzazione delle informazioni sulla programmazione attuale, successiva di un canale TV/Radio direttamente sullo schermo del televisore.
Eurocrypt
Codifica dello standard di trasmissione analogico D/D2-Mac utilizzato da numerose emittenti TV nordeuropee.
Eutelsat
European Telecommunications Satellite Organization. Nato nel 1977, è il consorzio europeo formato da 46 stati membri che lancia e gestisce satelliti geostazionari domestici. Attualmente la sua flotta è costituita da undici bird operativi più sei in via di costruzione.
FAQ
“Frequently Asked Question”. Si tratta di database o file di testo che contengono le risposte a tutte le domande ricorrenti su di un certo argomento. È sempre meglio leggere questi files prima di inviare una domanda ad una e-mail list perchè in genere si trova una risposta in tempi più brevi.
Fascia (o cintura) di Clarke
L’orbita geostazionaria situata a 36.000 km. dalla terra che prende il nome di Arthur C. Clarke, scrittore e scienziato inglese che per primo ne intuì e divulgò l’esistenza. In tale orbita vengono parcheggiati i satelliti geostazionari dove mantengono l’equilibrio migliore con poca energia.
Fibra ottica
Il cavo di nuova generazione per trasferire segnali Audio/Video/Dati sotto forma di onde luminose, attraverso un tubo di vetro, circondato da una guaina di plastica, ad altissima capacità di trasporto con perdite trascurabili.
Figura di rumore
Valore, espresso in decibel, della quantità di rumore generata da un qualsiasi circuito elettronico. Minore il suo valore, migliore la qualità del segnale.
Filtro passa-banda
Circuito che permette il passaggio delle frequenze volute e blocca le altre. Viene utilizzato principalmente negli impianti di ricezione TV terrestre per miscelare segnali provenienti da antenne puntate in direzioni diverse oppure per inserire un segnale ridistribuito nell’impianto TV domestico nella frequenza precedentemente pulita dal nostro filtro.
Footprint
Area geografica coperta dal segnale di un transponder o di tutto un satellite.
Frequenza
Viene misurata in Hertz ed è il numero dei cicli compiuti al secondo da un’onda elettromagnetica.
FTA
Free To Air. Trasmissione/Ricezione in chiaro di segnali TV e Radio.
GEO
Geostationary Earth Orbit. L’orbita circolare geostazionaria definitiva di un satellite.
Geostazionaria
Orbita (GEO) circolare di parcheggio dei satelliti per TLC, situata a 35.780 Km. (22.237 miglia) d’altezza sull’equatore. Detta anche “fascia (o cintura) di Clarke”, permette ad un satellite di ruotare attorno alla terra nello stesso tempo in cui il nostro pianeta ruota su se stesso e quindi di rimanere sempre sulla perpendicolare del medesimo punto. Esistono due tipi di orbita geostazionaria: quella ellittica di trasferimento (GTO) e quella circolare definitiva (GEO).
GHz
Gigahertz, ovvero un miliardo di Hz. I segnali operativi oltre la banda dei 3 GHz sono detti microonde.
GTO
Geostationary Transfer Orbit. L’orbita geostazionaria fortemente ellittica in cui i satelliti per TLC transitano per un certo numero di giorni prima di trasferirsi in quella definitiva (GEO).
Guadagno
In inglese: gain. Misura dell’amplificazione di un segnale espressa in decibel (dB)
Home Banking
Servizio multimediale che consente all’utente di effettuare numerose operazioni bancarie stando a casa propria.
Horizon to Horizon
Attuatore d’antenna motorizzato che permette un movimento di 180° seguendo la Fascia di Clark.
Hot-Bird
Nome di una famiglia di satelliti europei lanciati e gestiti dal consorzio Eutelsat. Attualmente sono cinque: Hot Bird 1, 2, 3, 4, 5.
Hz
Hertz, unità di misura della frequenza di un segnale.
Illuminatore
In inglese: feed. Elemento meccanico, posto in corrispondenza del fuoco della parabola, che incanala verso l’LNB i segnali riflessi dal disco dell’antenna. L’illuminatore è a forma di imbuto o sagomato per favorire la sua funzione.
Inclinazione
L’angolo formato dal piano orbitale di un satellite e il piano dell’equatore.
Intelsat
International Communication Satellite. Nato nel è il consorzio mondiale formato da stati membri che gestisce l’omonima famiglia di satelliti geostazionari intercontinentali.
Interferenza
Fenomeno prodotto dalla sovrapposizione di due o più grandezze di carattere ondulatorio (onde elettromagnetiche e sonore). La ricezione di un segnale satellitare può essere influenzata da vari tipi di interferenza, per esempio le radio frequenze (RF) dei canali televisivi adiacenti o il riverbero provocato da grandi oggetti riflettenti come i grattacieli e le montagne.
IRD
Integrated Receiver Decoder. Ricevitore digitale provvisto di decoder Integrato.
Irdeto
Il sistema Irdeto è stato sviluppato dai laboratori della ex-NetHold e viene considerato il sistema piu’ aperto fra quelli disponibili in Europa. L’industria produttrice del sistema di accesso ha concesso in licenza la propria tecnologia a vari costruttori, fra i quali Humax, Hyundai, eMTech. Attualmente Irdeto e’ impegnata nello sviluppo di sistemi di interattivita’ in ambiente OpenTv. In Italia viene utilizzato da Stream.
Kbps
Kilobit (1.000 bit) al secondo.
kHz
Kilohertz, ovvero mille Hz
LNB
Low Noise Block down coverter, ovvero convertitore a basso rumore. Dispositivo elettronico, comprendente spesso anche illuminatore e polarizzatore, posto sul fuoco di una parabola, che amplifica il segnale trasmesso dal satellite e lo converte nella cosidetta Frequenza Intermedia (700-2150) per il ricevitore. Attualmente gli LNB più diffusi sono di tipo universale per la perfetta compatibilità strutturale e funzionale agli impianti digitali oltre al favorevole rapporto prezzo/prestazioni.
Longitudine/Latitudine
Posizione geografica sulla superficie terrestre misurata in gradi goniometrici.
Luminanza
Componete del segnale videocomposito che contiene le informazioni relative al bianco e al nero del quadro TV.
Lunghezza d’onda
Spazio percorso da un’onda durante un periodo di oscillazione completo.
MAC
Multiple Analogue Component. Sistema di trasmissione che comprime i segnali audio/video in partenza espandendoli poi in ricezione. I satelliti DBS impiegano il sistema D2-MAC.
MCPC
Multi Channel Per Carrier. Metodo usato per trasmettere più canali TV/Radio/Dati dal satellite attraverso un solo transponder.
Memorie
Nella TV via satellite con questo termine si intende il numero dei canali che un ricevitore, o un apparecchio TV, è in grado di presintonizzare.
Mesh
Antenna parabolica in metallo traforato che non compromette la capacità riflettente e offre una minore resistenza al vento.
Mixer
Circuito impiegato per miscelare tra loro due o più segnali.
MMDS
Multipoint Microwave Distribution System. Sistema di ridistribuzione su frequenze satellitari (11,7
12,5 GHz) di segnali TV trasmessi da ripetitori terrestri. Per riceverli è sufficiente un’antenna di piccolo diametro.
Modem
Acronimo di MODulatore DEmodulatore. E’ il dispositivo che converte un segnale digitale in un segnale analogico, per permettere la sua trasmissione attraverso la comune rete telefonica. Nella TV via satellite viene utilizzato per collegare il ricevitore al Centro Servizi Pay TV alla quale si è abbonati al fine di registrare i propri acquisti PPV.
Modulatore
Nei ricevitori satellitari è il dispositivo interno che prende il segnale in banda base e lo trasferisce su uno dei canali UHF del televisore. Generalmente è possibile selezionare un canale UHF dal 21 al 69.
Mosc
Smart Card ufficiale modificata per rimettere in chiaro i canali codificati in modo illegale.
MPEG-1
Primo standard del Motion Picture Engeneering Group utilizzato per la compressione del segnale digitale.
MPEG-2
Standard utilizzato per la trasmissione di canali TV digitali via cavo, satellite, etere, in grado di raggiungere un alto fattore di compressione e una velocità di trasmissione fino a 15 Mbit al secondo. Il successo di questo standard è dovuto da un’ottimo controllo d’errore e quindi affidabilità del trasporto.
Multicrypt
Sistema di accesso condizionato a interfaccia comune, quindi aperto, in standard DVB, approvato dalla Comunità Europea.
Multifeed
Installazione di due o più LNB su un’antenna fissa per abilitarla a ricevere i segnali provenienti da due o più satelliti vicini tra loro.
Nagravision
Sistema di accesso condizionato Europeo conforme allo standard Common Interface, oppure un chipset integrato direttamente sulla piastra madre del ricevitore. Normalmente il modulo CI viene fornito in locazione gratuita dal Gestore che offre l’abbonamento TV. Questo sistema è utilizzato principalmente in Spagna.
NDS
Il sistema Nds è l’ultimo che si è affacciato nel panorama della trasmissione digitale in Italia, ed è stato adottato da Stream per rimpiazzare il vecchio Irdeto. Si basa su di una versione digitale del famoso sistema di criptamento analogico Videocrypt. Attualmente risulta quello più sicuro.
Near Video-on-Demand
Una delle possibili forme di televisione a pagamento. Il programma viene trasmesso a intervalli orari regolari (ogni 15/30 min.) su più canali consentendo all’abbonato di scegliere il momento più comodo per la visione.
Network providers
I distributori, cioé i proprietari e i gestori di reti radiotelevisive e dei satelliti (broadcasters, satcasters ecc.)
NTSC
National TV System Committee. Standard di trasmissione TV a colori delle emittenti americane e giapponesi. Le immagini sono costituite da 525 linee ed hanno una frequenza di 60 Hz. E’ utilizzato dal 1953.
Onda elettromagnetica
Oscillazione che si propaga nello spazio (alla velocità della luce, circa 300.000 Km/sec) a partire da una sorgente, trasportando energia ma non materia. Le onde elettromagnetiche vibrano in direzione perpendicolare alla direzione di propagazione e perciò sono classificate come “traversali”.
Onde radio
Dette anche radioonde, sono onde eletromagnetiche che cadono nella gamma di frequenze che va da 3 kHz a 300 Ghz. Entro tale gamma, le onde radio sono ulteriormente divise in bande.
OSD
On Screen Display. Sistema di programmazione dei ricevitori o di altri apparecchi basato su informazioni che vengono visualizzate sullo schermo del televisore.
Offset
Riflettore parabolico leggermente ellittico che ha il punto focale spostato verso il basso sull’asse verticale.
Orbita inclinata
Normalmente seguono un’orbita inclinata i Satelliti che hanno esaurito o stanno per esaurire la missione nello Spazio e vengono utilizzati per tramissioni particolari e di servizio.
Oscillatore
Apparecchio in grado di generare correnti elettriche oscillanti.
Oscillatore locale
Circuito, presente nell’LNB, in grado di generare una frequenza stabile per eseguire una conversione in salita o in discesa attraverso la somma o la differenza con l’onda portante. In pratica, il circuito sposta la banda di frequenza ricevuta dall’LNB, compreso tra 11,700 e 12,500 Ghz, nella banda di frequenza intermedia 700-2150 Mhz.
PAL

Phase Alternation Line. Standard di trasmissione TV a colori europeo (Francia esclusa). Le immagini sono costituite da 625 linee ed hanno una frequenza di 50 Hz.
PAL Plus
Standard di trasmissione TV, compatibile con il PAL tradizionale, caratterizzato dal formato 16:9.
Pay-Per-View
Impulso per abilitare la visione di un singolo evento codificato (Film, Partita, ecc.).
Palinsesto
Schema della programmazione (tematica o generalista) di un canale televisivo o radiofonico.
Pannelli solari
Installati a bordo di un satellite, immagazzinano l’energia necessaria ad alimentare numerose funzioni elettromeccaniche. Per esempio i motori che regolano la stabilità della posizione orbitale e l’orientamento verso il sole dei pannelli stessi.
Parabolica
Diminutivo per antenna parabolica.
Parental Lock
vedi chiave elettronica
Password
Codice o parola riservata che consente di accedere ad un sistema.
Pay-TV
Televisione a pagamento. Ci si abbona ad un canale o a un pacchetto di canali e si paga indipendentemente da quanto si consuma.
Pay-Per-View
Letteralmente: paghi per quello che vedi, cioé per acquistare un singolo programma senza dover sottoscrivere un abbonamento al canale televisivo che lo trasmette.
PCMCIA
Interfaccia che permette l’inserimento delle Common Interface nel ricevitore.
Periodo orbitale
Tempo impiegato da un satellite per effettuare il giro completo della sua orbita.
Piattaforma digitale
Sistema integrato che consente ad una o più reti TV a pagamento di gestire sia la distribuzione via satellite o cavo dei propri segnali digitali che la fornitura e la commercializzazione (abbonamenti, emissione di smart card, vendita o affitto di decoder, ecc.) dei suoi canali all’utenza.
Pirateria
Accesso non autorizzato alla visione di canali e/o programmi TV codificati. Per esempio utilizzando smart card contraffatte o decoders che bypassano, completamente o in parte, il sistema di accesso condizionato.
Anche la duplicazione di Cassette VHS, CD, Programmi senza le prescritte autorizzazioni è un’atto di Pirateria.
PIP
Picture in Picture, ovvero immagine nell’immagine. Funzione di un televisore che permette di far comparire sul suo schermo uno o più riquadri contenti le immagini di altri canali TV e/o del videoregistratore.
PLL
Phase-Locked Loop. Circuito elettronico utilizzato per demodulare i segnali via satellite.
Polarizzatore
Nell’antenna parabolica è un componente meccanico dotato di guide d’onda, in grado di suddividere i segnali con diversa polarizzazione. Nei convertitori Universali è integrato nell’LNB.
Polarizzazione
Fenomeno per cui le onde elettromagnetiche (ovvero il campo elettromagnetico di un segnale) vibrano tutte nello stesso piano. Nelle trasmissioni via satellite ve ne sono di quattro tipi: verticale, orizzontale, circolare destrorsa e circolare sinistrorsa. Diverse polarizzazioni consentono un migliore riutilizzo delle frequenze che possono anche essere vicine senza disturbarsi tra loro.
Polar Mount
Posizionatore d’antenna motorizzato che, tramite lo spostamento su di un solo asse (quello orizzontale), fa assumere alla parabola il corretto angolo azimutale tramite un leveraggio meccanico cotruito appositamente.
Portante
Segnale (o onda) di ampiezza e frequenza costanti, generato da un circuito elettrico oscillante, che viene modulato, manipolando cioé o l’ampiezza o la frequenza, per trasportare a distanza un altro segnale contente un’informazione.
Posizione orbitale
Posizione, misurata in gradi goniometrici, del satellite nell’orbita di parcheggio rispetto all’inclinazione del piano orbitale su quello dell’orbita terrestre.
Potenza di emissione
Intensità di un segnale emesso da un satellite misurata in Watt.
Preenfasi
Esaltazione delle frequenze più elevate di un segnale, attenuate in fase di deenfasi.
Premium
Abbonamento ad un pacchetto di canali principali dell’intera offerta proposta.
Prime focus
Riflettore parabolico di forma circolare il cui fuoco si trova esattamente sul suo centro.
Programma
Trasmissione radiotelevisiva.
Programmazione
Lo stesso che palinsesto.
PVR
Personal Video Recorder. Sigla che identifica la maggior parte dei ricevitori che integrano un Hard Disk dedicato alla registrazione e riproduzione Audio/Video.
QAM
Quadrature Amplitude Modulation. Sistema di modulazione dei segnali trasmessi via cavo.
QPSK
Quadrature Phase Shift Keying. Sistema di modulazione dei segnali digitali trasmessi da un satellite. Per “tradurre” questo tipo di segnali, il ricevitore digitale dovrà ovviamente essere dotato di un sintonizzatore con demodulazione QPSK. Esistono però sistemi di distribuzione centralizzati basati sulla transmodulazione QPSK-QAM. In tal caso, anche se il segnale arriva dal satellite in modalità QPSK, il ricevitore domestico dovrà essere di tipo QAM.
RCA
Tipo di presa per le uscite audio stereo e per i segnali audio/video composito. Normalmente la presa gialla è dedicata al video, la bianca al canale audio sinistro e la rossa al canale audio destro.
Return path
Letteralmente significa sentiero di ritorno. Con questo termine si intendono due diversi significati: a) la richiesta di servizi specifici da parte dell’utenza verso il satellite. b) il sistema che permette di gestire la fatturazione dei programmi acquistati in pay- per-view.
RF
Radiofrequenza. Con questo termine si indicano tutte le frquenze delle onde elettromagnetiche comprese tra circa 10 kHz e 10 GHz
Ricevitore
Apparecchio che riceve il segnale dall’LNB, lo converte nuovamente, lo demodula e lo rende compatibile al televisore domestico.
Ridondanza
Codici che vengono aggiunti ad un messaggio per poterlo ricostruire e per verificare se ci sono state alterazioni casuali (rumori) dell’informazione.
Rumore
Termine associato alla trasmissione e alla conservazione dell’informazione. E’ la componente che degrada il segnale o il messaggio alterandolo e rendendolo meno leggibile.
Satellite
Stazione spaziale orbitante intorno alla terra che si muove su un’orbita fissa geostazionaria nella stessa direzione della terra alla velocità di circa 1.200 Km/h.
Scart
Tipo di presa con 21 pin per il collegamento di apparecchi come videregistratori, ricevitori, lettori DVD, decoder e televisori dalla quale transitano i segnali Audio, Video, RGB, ecc.
SCPC
Single Channel Per Carrier. Metodo usato per trasmettere un solo canale TV/Radio/Dati dal satellite attraverso un solo transponder.
SCR
L’SCR (noto anche come unicable) è un sistema di distribuzione del segnale satellitare nato con la finalità di rendere sufficiente un unico cavo per distribuire il segnale in maniera indipendente su più utenze ed eliminando così il problema del montaggio di un cavo per ogni discesa. Gli LNB tradizionali, infatti, non consentono di gestire contemporaneamente più decoder in maniera indipendente se non a patto di sintonizzare tutti i decoder su emittenti trasmesse con stessa banda e polarizzazione.
Scrambling
Codifica, criptaggio.
SECAM
SÉquentiel Couleur À Mémoire. Standard di trasmissione TV a colori utilizzato dalle emittenti francesi e sovietiche. Diverso dal PAL nella gestione delle informazioni cromatiche.
Seca Mediaguard
Sistema di accesso condizionato sviluppato dalla pay Tv francese Canal + usato in Italia da Tele+/D+. Il Seca Mediaguard è il sistema più “chiuso del gruppo”, utilizza un sistema operativo propritario denominato Mediahighway.
Segnale
a) Onda elettromagnetica che trasporta l’informazione.
b) Grandezza fisica associata all’informazione. Se il segnale può assumere solo un insieme infinito di valori discontinui, si dice che l’informazione è in forma digitale. Se invece il segnale varia in modo continuo e non può essere conosciuto al di sotto di un certo grado di approssimazione, si dice che l’informazione è in forma analogica.
Segnale in banda base
Segnale audio/video d’uscita da applicare alla presa Scart del televisore. La sua larghezza di banda è di circa 6 Mhz.
Servizi multimediali
Servizi interattivi che consentono all’utente di consultare cataloghi, acquistare merci, effettuare operazioni bancarie e pagamenti senza muoversi da casa. I più comuni sono Video-mail, Home Banking, Interactive Adverstising. In genere si usufruisce del servizio attraverso il televisore domestico grazie all’installazione di un set top box digitale che in genere offre anche i più avanzati servizi TV (Pay-Per View, Video on Demand ecc.).
Set top box
Apparecchio, collegato al televisore, che integra diversi dispositivi necessari alla fruizione di nuovi servizi. Per esempio convertitore digitale/analogico, decodificatore, modem ecc.
Skew
Regolazione della polarità per discriminare la ricezione dei segnali dal Satellite.
Skyplex
E’ un multiplexer, compatibile con i sistemi di trasmissione DBV e installato a bordo di un satellite che permette di ricevere fino a sei diversi segnali digitali e di ritrasmetterli a terra su di un unico canale, svolgendo quindi la medesima funzione delle stazioni di terra.
Sistema Aperto
Sistema di accesso condizionato aperto, cioè che può essere utilizzato liberamente da providers diversi senza la corresponsione dell’utilizzo del copyright.
Sistema Proprietario
Sistema di accesso condizionato chiuso. E’ l’inverso del precedente.
Slot
Fessura o spazio all’interno di un set top box in cui è possibile inserire, rispettivamente, una smart card o un modulo common interface.
Smart card
Simile ad una carta di credito, è una “tessera intelligente”, dotata di microprocessore, che deve essere inserita nel decoder o nel modulo Common Interface per attivare l’accesso ai canali a pagamento.
SMATV
Satellite Master Antenna Television. Antenna centrale satellitare, montata sul tetto di un edificio, in grado di servire tutti gli apparecchi TV che si trovano all’interno del medesimo (abitazioni, uffici, camere d’hotel, ecc.). E’ la soluzione ideale per evitare la proliferazione incontrollata delle antenne e, di conseguenza, il progressivo inquinamento da onde elettromagnetiche delle aree urbane. Tecniche diverse permettono di realizzare impianti che portano in ciascun ambiente il segnale ricevuto da satellite insieme a quello dell’antenna terrestre, utilizzando il cavo d’antenna preeseistente o, in alternativa, posando nuovi cavi.
Soglia statica
Valore minimo, misurato in decibel, entro il quale il circuito di demodulazione del ricevitore funziona correttamente. Minore è la soglia statica, maggiore è la sensibilità del ricevitore.
Spettro elettromagnetico
Termine introdotto da Newton per indicare la scomposizione di un raggio di luce bianca nelle sue componenti cromatiche. Oggi esteso ad indicare l’insieme dei valori assunti dalle gandezze (intensità in funzione della frequenza) di una data radiazione elettromagnetica.
Splitter
Dispositivo non elettronico che divide un segnale in ingresso in due o più segnali uguali e li invia simultaneamente su due o più uscite.
Sottoportante audio
E’ l’onda portante che trasmette l’informazione audio all’interno di un segnale video. Le trasmissioni via satellite possono trasmettere una o più sottoportanti audio nell’intervallo di frequenze tra 5 e 8,5 Mhz
Standard
Detti anche protocolli, sono algoritmi matematici utilizzati per la codifica dei segnali.
Stazione di terra
Termine usato per indicare la stazione terrestre che trasmette segnali ad un satellite.
Stazione ricevente
Termine con cui si indica l’intero apparato ricevente, dall’antenna parabolica al televisore domestico.
Switch
Dispositivo che consente di scegliere tra due segnali in ingresso inviandone uno solo all’uscita. In pratica svolge la funzione inversa a quella dello splitter.
Symbol rate
Letteralmente: velocità di simbolo. E’ il bit rate (la velocità misurata in bit) di trasmissione di un flusso di segnali digitali. La maggior parte dei canali TV “viaggia” a circa 27,5 magasimboli al secondo, mentre altri, in particolare quelli non destinati alla ricezione pubblica (per es. in canali di servizio diffusi in modalità SCPC), sfuttano velocità assai più contenute. I ricevitori più evoluti riescono a riconoscere segnali con s/r da 2 a 30 magasimboli al secondo.
Symulcrypt
Sistema che consente ai decoders che utilizzano sistemi diversi di accesso condizionato di ricevere segnali audio/video codificati. E’ anche il nome del sistema di trasmissione quando sono presenti due o più sistemi di codifica contemporaneamente.
TDMA
Time Division Multiple Access. Sistema di accesso orario che consente a più stazioni TV di utilizzare la medesima portante in orari diversi.
Terrestre TV
Detta anche “via etere”, è la televisione i cui segnali sono trasmessi ad antenne tradizionali tramite una rete di ripetitori dislocati sul territorio.
TLC
TeLeComunicazioni. L’insieme dei sistemi di trasmissione d’informazioni a distanza.
Tracking
Allineamento. Processo di ottimizzazione del puntamento dell’antenna parabolica verso un satellite. Funzione diffusa nei ricevitori/posizionatori analogici per puntare perfettamente un satellite.
Transponder
Apparecchio, posto a bordo di un satellite, che combina e interfaccia ricevitore, convertitore, trasmettitore e antenna. Riceve i segnali TV da terra su un canale e li ritrasmette su un altro con una potenza di emissione che varia da 5 a 7 Watt. Normalmente, a bordo di un satellite per TLC, trovano posto da 12 a 24 transponder ma, in certi casi come Intelsat IV, arrivano fino a 50.
Trasmettitore
Dispositivo elettronico formato da un oscillatore, un modulatore e altri circuiti atto a produrre un segnale (onda elettromagnetica) radiotelevisivo che verrà poi diffuso nell’etere tramite un’antenna.
Trick Card
letteralmente: carta truccata. E’ una smart card non ufficiale che rimette in chiaro i segnali di uno o più canali codificati.
TV via Cavo
Sistema di distribuzione dei segnali televisivi che utilizza il cavo coassiale. Nel caso della TV digitale il cavo è impiegato in combinazione con la rete in fibra ottica.
TVRO
Television Receiver Only. Il tipico sistema domestico di ricezione satellitare formato da un antenna parabolica e dai dispositivi che catturano e processano i segnali audio e video.
UHF
Ultra High Frequency. Comprende le frequenze che vanno da 300 Mhz a 3 Ghz.
Unicable
L’Unicable (noto anche come SCR) è un sistema di distribuzione del segnale satellitare nato con la finalità di rendere sufficiente un unico cavo per distribuire il segnale in maniera indipendente su più utenze ed eliminando così il problema del montaggio di un cavo per ogni discesa. Gli LNB tradizionali, infatti, non consentono di gestire contemporaneamente più decoder in maniera indipendente se non a patto di sintonizzare tutti i decoder su emittenti trasmesse con stessa banda e polarizzazione.
Uplink
Percorso del segnale dalla terra verso il satellite.
USALS
Universal Satellite Automatic Location System. E’ una funzione implementata in alcuni ricevitori che calcola automaticamente la posizione e quindi il puntamento di tutti i satelliti inserendo la Longitudine e la Latitudine del luogo di installazione. Questo sistema affiancato al protocollo diseqc 1.2 facilita enormemente l’installazione e la gestione dei nuovi impianti motorizzati digitali.
USB
Universal Serial Bus. Porta di comunicazione recentemente introdotta introdotta in alcuni ricevitori molto più veloce della seriale 232.
Viaccess
Sistema di accesso condizionato Europeo conforme allo standard Common Interface, oppure un chipset integrato direttamente sulla piastra madre del ricevitore.
VHF
Very High Frequency. Comprende le frequenze che vanno da 30 a 300 Mhz.
Video composito
Segnale che trasporta contemporaneamente i valori di luminanza, crominanza e sincronizzazione.
Videocrypt
Codifica utilizzata dai canali anglosassoni nei ricevitori e decoder analogici.
Video-shopping
Versione interattiva delle vendite per corrispondenza. Si possono consultare cataloghi, ordinare prodotti e pagarli fornendo il numero della propria carta di credito.
Video-On-demand
Televisione a richiesta, lo stesso che Pay-Per-View. L’utente sceglie direttamente da un menù quando vuole e quante volte vuole acquistare un programma o un evento.
Wafer
Smart card pirata equivalente alla trick card.
Wegener Panda
Sistema di compressione del segnale audio stereo utilizzato da numerosi canali satellitari. Permette di ridurre in ricezione la quantità di rumore prodotta in trasmissione (sistema utilizzato nei ricevitori analogici).
Widescreen
Formato gigante dello schermo televisivo, detto anche “sedici noni” o “sedici nove” perchè il rapporto tra le sue dimensioni (base-altezza) è pari a 16:9, mentre quello tradizionale è 4:3.

Le informazioni di base per la creazione di questo Dizionario Sat sono state raccolte in rete. Tutti i marchi citati sono dei legittimi proprietari. Aggiornamento Info-Sat.it (v. 1.2 del 13.11.2013)

Share

1320 Visite totali, 0 Oggi

Dreamset Settings Editor – v. 2.39

| News info-sat | 19 maggio 2013

Dreamset is a settings editor for digital satellite receivers running Enigma 1, Enigma 2 and Neutrino Plus firmwares like DreamBox. Triple Dragon receivers are also supported.

You can use Dreamset to edit Settings of the following formats:

  • Enigma-1
  • Enigma-2(Satellite/Cable/Terrestrial)
  • Neutrino NPlus
  • Triple Dragon

Also Dreamset can open and import settings of the following formats:

  • DGStation/Relook 200s/400s (dat)
  • Nokia 9800s/9902s Files (m98)
  • LyngSat script files (dat)
  • SatcoDx(sdx)
  • DVB (dvb)
  • Humax (hnf)

Dreamset offers a user friendly interface with a plethora of usefull operations which make settings modification easier.

 

  • Add,Change,Delete bouquets and favorite lists
  • Reorganize services in bouquets and favorite lists
  • Add,Change,Delete services,transponders,satellites
  • Flexible User Interface, multiple selection and Drag & Drop.
  • User defined Sorting of services in a list/bouquet and other sorting operations
  • Multilanguage support for names(Unicode Support).
  • Markers support.
  • Clipboard Copy/Paste of lists,services,channels,transponders (you can copy.paste from one Dreamset to another)
  • Import Favorite Lists from other settings like DreamBox,Nokia 9800,Humax.
  • Convert settings to other supported formats.
  • Multilanguage User Interface support.
  • DreamBox configuration editor (advanced).
  • Custom telnet and http commands
  • Dreamset can minimized to tray, right cklick to Dreamset Icon popups a menu with basic operations
  • Multibox Configuration, you can define more then one box and switch between them at once.
  • Signal monitor and DiseqC motor control from dreamset (dreambox plugin is installed in your box) only for Enigma 1 and Neutrino

Changelog V. 2.39

19/5/2013 – ver 2.39
Fixed: Stream services
Fixed: Sort services (affects auto markers on internet settings also)
Fixed: Picons on HD services

Download 32bit64bit Traderuncadi .

Share

60 Visite totali, 0 Oggi

Rilevatori di smartphone agli esami

| News raccolte sul WEB | 19 maggio 2013

I presidi delle scuole italiane, attraverso l’ANP, associazione più rappresentativa dei presidi italiani, hanno chiesto che nelle aule sede d’esame vengano installati dei dispositivi per rintracciare eventuali smartphone accesi o in standby.

 

La richiesta è stata inoltrata al neo-ministro dell’istruzione dell’università e della ricerca, Maria Chiara Carrozza. Nella nota inviata al ministro si può leggere : “Ministro, bastano pochi soldi, bisogna installare rilevatori elettronici di smartphone nelle sedi d’esami”.

La richiesta è stata effettuata in quanto, grazie ai nuovi dispositivi, è sempre più semplice copiare, e addirittura scaricare l’intera soluzione degli esami da siti internet che, riescono a proporne una versione a pochi minuti dall’apertura dei plichi contenenti le tracce ministeriali.

La soluzione al problema viene cercata anche attraverso la collaborazione della polizia postale e del ministero, chiedendo una legge ad hoc, che consenta di bloccare i portali che pubblicano le soluzioni delle tracce.

Vedremo se le nuove idee per far si che gli esami si svolgano in modo regolare verranno applicate già durante gli esami di maturità del prossimo giugno.

Fonte:  Wintricks.it

Share

33 Visite totali, 0 Oggi

Black Hole 2.0.3 Hyperspace

| News immagini E2 | 16 maggio 2013

Black Hole 2.0.3 Hyperspace
Più spazio in Flash disponibile
Migliore prestazione
Grande miglioramento della qualità della immagine in Solo2.
Il nome in codice di questa image è un omaggio alla storia passata della serie Black Hole (una delle image più veloci per i vecchi dreamboxes).
Fondamentalmente abbiamo introdotto un nuovo concetto di installazione dell’image.
Il Black Hole Speed ​​Up è ora integrato nella procedura guidata al’avvio della prima configurazione dell’image dopo il flash e tutte le applicazioni possono essere abilitati / disabilitati nella prima procedura guidata di configurazione di avvio.
È possibile scegliere di attivare / disattivare le funzioni direttamente durante la prima installazione.
È sempre possibile accedere in seguito al panello BH Speed Up per abilitare / disabilitare le funzionalità non installate .
Con la selezione dei pacchetti in questo modo, siamo in grado di ridurre la quantità di memoria flash utilizzata e aumentare le prestazioni dei ricevitori.
Che cosa è nuovo:
NUOVO: kernel 3.3.8 (SOLO2)
NUOVO: driver vuplus:
– Risolto problema deinterlacciatore (SOLO2, Duo2)
– Supporto BlindScan per doppio sintonizzatore (Duo2, uno, ultimo)
– Risolto problema di uscita video SD quando la transcodifica è abilitata (SOLO2)
– Migliorato demux filtering (SOLO2)
– Supporto DTS-HD
– Aggiunta interfaccia ridondante in modo Zapping
NUOVO: Notevolmente ridotta la dimensione dell’image dovuta all’ottimizzazione del build dei pacchetti più grandi.
NUOVO: Notevolmente migliorata la qualità delle immagini in Solo2 a causa del nuovo kernel e driver
NUOVO: Migliore qualità dell’image (il tuo Solo2 volerà).
Correzioni e modifiche:
– Black Hole Speed ​​Up integrato nella procedura guidata all’avvio.
– OpenWebif: installati solo le immagini del vostro modello (questo farà risparmiare ancora più spazio in flash)
– [WLAN] re-introdotte RT3070 e rt2800usb driver al posto del driver RT5572 rilasciato
– Spegnimento automatico: Plugin Autoshutdown e ora disabilitao di default
– Corretto tty0> ttyS0 nel populate-volatile.sh
Lingue AGGIORNATE:
– Ceco
– Slovacco
– Francese
– Greco
– Croato
Attenzione: a causa di aggiornamento del kernel e di cambiamenti strutturali i Personal Backup dei precedenti Black Hole image non sono compatibili con la versione 2.0.3.
LogoNewBlackHole.jpg

cloud hosting info psu essic .

Share

32 Visite totali, 0 Oggi

inaugurazione info-sat.it >> al via il nuovo sito info-sat.it per i nostri annunci

| News info-sat | 6 maggio 2013

Al via il nuovo sito info-sat.it che ho voluto dedicare agli annunci. Nato dalle ceneri del vecchio portale che non aggiornavo dal 2006 divenuto oramai inutile per i programmi e le utility ospitate su ricevitori, cam e in genere device obsoleti.
Ho riutilizzato il dominio, nuovo Logo e spazio per tutti per l’inserimento delle inserzioni “offro/cerco” gratuite, possibilmente sempre su materiale dedicato alla ricezione e visione dei canali da Satellite. Cosa aspetti, iscriviti e inserisci i tuoi annunci per il materiale SAT-DTT, Telefonia o Informatica che hai nei cassetti e non utilizzi più. Hai l’opportunità di realizzare un piccolo badget per cose nuove e nel contempo il tuo interlocutore ha la possibilità di acquistare, a buon prezzo, un device usato ma in buone condizioni.

Buona permanenza e Benvenuto

FabioSat

Avatar FabioSat

Share

43 Visite totali, 0 Oggi